dvr documento di valutazione dei rischi

dvr documento di valutazione dei rischi

DVR documento di valutazione dei rischi

materiale antinfortunistico

Il DVR documento di valutazione dei rischi è obbligatorio per legge, secondo il d.lgs 81/08. Tutte le attività devono esserne in possesso sia per la sicurezza dell’ambiente di lavoro che nel caso di controllo da parte degli organi di vigilanza competenti. La mancata stesura del DVR è sanzionabile con arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da € 2.500 a € 6.400.

Con valutazione dei rischi si intende l’individuazione di tutti i pericoli connessi all’attività svolta e la quantificazione dei rischi connessi. Ossia la probabilità che ciascun pericolo si tramuti in danno, tenuto conto dell’entità del potenziale danno.

Dal giugno 2013 la stesura del DVR è obbligatoria per tutte le aziende e ditte individuali che abbiano anche solo un lavoratore dipendente. Sono considerati lavoratori dipendenti anche soci, lavoratori a progetto, lavoratori stagionali, stagisti, coadiuvanti, o coloro che effettuano formazione anche a titolo di apprendistato o gratuito presso la sede dell’azienda.

Il DVR deve essere redatto dal datore di lavoro in collaborazione con il RSPP e il medico competente previa consultazione del RLS.


Tutte le imprese fino a 10 lavoratori potranno effettuare la valutazione dei rischi ed elaborare il DVR secondo le Procedure Standardizzate indicate nel Decreto Interministeriale del 30.11.2012.

Il DVR documento di valutazione dei rischi deve contenere:

  • il nominativo del Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP). Questo ruolo può essere svolto sia dal titolare che da una figura esterna all’azienda. Nel caso sia il titolare a voler svolgere il ruolo di RSPP deve effettuare i relativi corsi di formazione previsti dalla legge (richiedi la nostra consulenza in merito);
  • il nominativo del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS);
  • descrizione dell’azienda, del ciclo lavorativo, delle attività e delle mansioni;
  • l’elenco dei pericoli presenti in azienda;
  • la valutazione dei rischi associati ai pericoli individuati e le misure di attuazione previste;
  • la stesura del programma di miglioramento.

Il DVR deve avere data certa e deve essere sempre a disposizione nell’azienda. Il documento di valutazione rischi deve essere redatto entro tre mesi dall’avvio dell’attività, e aggiornato tempestivamente in caso di modifiche significative nell’organizzazione del lavoro o nelle procedure sulla sicurezza.

Contattaci ora per una consulenza gratuita!

Ho letto l'Informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali.


Ci occupiamo della stesura del:

  • DVR ristorante – DVR bar -DVR albergo
  • DVR supermercato – DVR negozio
  • DVR impresa di pulizie
  • DVR asilo nido – DVR scuola superiore
  • DVR centro estetico – DVR parrucchieri
  • DVR autofficina – DVR carrozzeria – DVR azienda metalmeccanica
  • DVR idraulico
  • DVR uffici – DVR studi professionali
  • DVR casa di riposo
  • DVR studio medico – DVR studio odontoiatrico – DVR studio dentistico
  • DVR aziende agricole
  • DVR cantiere edile – impresa edile
  • DVR macelleria – DVR caseificio
  • DVR pizzeria – DVR pasticceria – DVR panificio
  • DVR piscina – DVR palestra
  • DVR ditta individuale – DVR lavoratore autonomo
  • DVR condominio
  • DVR impianti – DVR impianti elettrici
  • DVR rischio incendio – DVR rischio elettrico – DVR rischio chimico
  • DVR farmacia
  • DVR falegnameria – DVR elettricista
  • aggiornamento DVR